Lo sbiancamento dentale fa male? In molti si pongono questa domanda, chiedendosi nello specifico se l’uso prolungato di gel sbiancanti o lampade a led possa danneggiare lo smalto, nell’articolo di questo mese troverai questa ed altre risposte alle domande più comuni sullo sbiancamento dentale.

Cos’è lo sbiancamento dentale?

 

Prima di capire se lo sbiancamento dentale fa male, partiamo dalle basi: cos’è lo sbiancamento dentale? 

Sotto questo termine rientra, genericamente, qualsiasi trattamento che porta i denti ad apparire più bianchi, oggi parleremo dello sbiancamento dentale professionale.

Si tratta di una procedura che permette di migliorare il colore dei denti, rendendoli sicuramente più bianchi. I denti per natura si presentano in tonalità che possono variare dal giallino chiaro al grigio al marrone. Di norma ci si rivolge al proprio dentista per un simile trattamento, grazie alle tecniche e alle strumentazioni all’avanguardia che può utilizzare per risolvere la situazione e migliorare l’estetica del sorriso.

È bene però tener presente che il colore dei denti dipende moltissimo dalla genetica del singolo individuo, fattore che verrà preso in considerazione anche dall’odontoiatra in fase di valutazione della condizione della bocca.

sbiancamento dentale fa male ? | Clinica Minutilli | Dentista a Mediglia

Come funziona lo sbiancamento dentale?

 

Lo sbiancamento dentale prevede un intervento con specifiche sostanze sbiancanti contenenti perossido di idrogeno e carbammide, principio attivo capace di riportare al colore originale lo smalto dentale. L’intervento ha generalmente risultati differenti a seconda del singolo paziente che, in quanto unico, dispone di un profilo genetico individuale che influenza in modo marcato il colore dello smalto dentale: questo, nella pratica, significa che lo sbiancamento dentale potrà portare a denti bianchissimi in alcuni casi, e a tonalità di bianco diverse in altri. In ogni caso, la colorazione dello smalto risulterà sempre nettamente migliorata. 

L’operazione di sbiancamento dentale può essere eseguita ponendo apposite mascherine.

Il bleaching professionale inoltre potrà essere eseguito in tutta sicurezza anche su denti otturati, mentre non intaccherà quelli incapsulati e ricoperti da una corona artificiale, poiché insensibili all’azione ossidante dei perossidi.

Un discorso a parte va fatto per lo sbiancamento di denti devitalizzati: spesso in questo caso è necessario fare uno sbiancamento interno o ricorrere a faccette dentali.

Lo sbiancamento dentale può essere efficace per: 

  • eliminare pigmentazioni sulle arcate dentali
  • eliminare macchie specifiche
  • sbiancare i denti in presenza di ingiallimento o tendenza al marrone

Lo sbiancamento dentale potrebbe risultare inutile su denti che abbiano assunto una colorazione grigiastra e agisce solo sui denti naturali e non su otturazioni e protesi. Ma ora veniamo alla domanda principale: lo sbiancamento dentale fa male?

sbiancamento dentale fa male ? | Clinica Minutilli | Dentista a Mediglia

Lo sbiancamento dentale fa male?

Spesso ci si chiede se lo sbiancamento dentale fa male allo smalto. La risposta è no: eseguendo lo sbiancamento professionale è garantito che lo smalto rimanga intatto e che i denti non subiscano danni. Discorso differente va fatto per i kit e le tecniche di sbiancamento fai da te, non sempre rispettosi dello smalto dei denti.

Ma cosa succede durante la seduta? Altrettanti pazienti ci chiedono se lo sbiancamento dentale fa male ai denti proprio durante la seduta, noi rispondiamo che il paziente potrà sentire una sensazione di calore e successivamente al trattamento una sensibilità maggiore dei denti, ciò non vuol dire che lo sbiancamento dentale fa male, questi effetti dureranno un paio di giorni e poi svaniranno, lasciando il sorriso bello e splendente!

Vuoi fare uno sbiancamento o farci altre domande sul trattamento? Contattaci!

CONTATTACI

No Comments

Post A Comment

×

Ciao! Scrivici su WhatsApp!

×